CI SIAMO TRASFERITI SU

lunedì 31 gennaio 2011

La Fiat 500 stupisce la stampa americana

La Fiat 500 si appresta ad entrare ufficialmente nel mercato americano e le riviste più importanti degli Stati Uniti hanno provato la piccola citycar italiana ormai famosa in tutto il mondo. I giornalisti non hanno lasciato nulla al caso, valutando ogni singolo elemento della 500. Il risultato è molto positivo e le riviste sono soddisfatte della vettura in generale, ma non mancano ovviamente alcune critiche. Ecco cosa ne pensano dall'altra parte dell'oceano.


STILE
Lo stile è il punto forte della Fiat 500. Tutte le testate giornalistiche apprezzano lo stile inconfondibilmente Italiano, senza alcuna critica.

Road&Track afferma:
«Come la Mini, a differenza della Toyota Yaris, la Fiat 500 ha quella sorta di design piacevole  e spensierato che rende appagante la guida di una vettura così piccola, senza considerare i bassi consumi e l'elevata autonomia»

Anche gli appassionati di CarandDriver affermano:
«..dobbiamo ammettere che la vettura è davvero carina»


QUALITA'
Non mancano gli apprezzamenti relativi agli interni e alle finiture, giudicati di ottima fattura, soprattutto la mascherina sulla plancia in tinta con la carrozzeria esterna, definita «da categoria superiore». Alcune critiche vanno alle plastiche utilizzate per alcune parti dei pannelli porta e nella parte superiore della plancia, ritenute migliorabili ma non gravi.

COMFORT
Vera sorpresa per i tester americani è stata l'abitabilità e la comodità degli interni. I sedili anteriori sono giudicati di ottima fattura e molto comodi, con ampi spazi anche per i piedi. Infatti la versione della Fiat 500 per il mercato statunitense adotta sedili diversi da quelli europei, con una maggiore larghezza e miglior tenuta laterale.

Road&Track afferma:
«I sedili anteriori offrono un ottimo sostegno laterale e sono molto più comodi di quanto ti aspetteresti da una vettura di queste dimensioni»

CarandDriver è dello stesso parere:
«I sedili sono confortevoli e vi è molto spazio anche per i piedi»

Non manca ovviamente il simpatico "sarcasmo americano" in riferimento ai sedili posteriori, affermando: 
«non pensate di introdurre persone sui sedili posteriori, sono sufficienti per dotare la vostra spesa di cinture di sicurezza» 


e ancora:
«i sedili posteriori sono utilizzabili, ma meglio se non siete claustrofobici»

Questi simpatici commenti sono ben accetti se pensiamo allo spazio interno medio di una vettura negli Stati Uniti, ma il giudizio complessivo resta comunque quello di un abitacolo molto comodo.


SOSPENSIONI
Inoltre la 500 per il nord america è stata rivista nella taratura delle sospensioni e anche in questo caso i tester affermano che la taratura è perfetta.


CarandDriver afferma:
«In auto così strette e alte, sospensioni troppo morbide facilitano la tendenza al ribaltamento e il passo corto renderebbe scomode sospensioni troppo rigide. La soluzione offerta dalla Fiat invece rappresenta un equilibrio delizioso, assicurando un handling sempre sotto controllo senza rinunciare al comfort» 

Unica nota poco positiva è riferita allo sterzo , giudicato da quasi tutte le testate troppo leggero, cosa alquanto strana se pensiamo agli standard americani. Il "problema" si risolve però premendo il tasto Sport. Con questo settaggio infatti, tutti trovano soddisfacente e appagante la guida della 500, soprattutto per la risposta dell'acceleratore, giudicata più pronta e di soddisfazione.

PRESTAZIONI
Veniamo alle impressioni relative ai propulsori della Fiat 500. La citycar adotta il 1.4 MultiAir da 101CV e non è ritenuta "un razzo", ma si parla pur sempre di un'utilitaria. Qualche cavallo in più però agli americani non sarebbe dispiaciuto.

CaranDriver afferma:
«la 500 non è un razzo. Su strade a leggera pendenza, non siamo riusciti a mantenere i 105 km/h in terza. Per chi vuole prestazioni maggiori però nessun problema, presto arriverà negli Stati Uniti la 500 Abarth, che offrirà prestazioni maggiori»

PREZZI e DOTAZIONE
Il prezzo, la dotazione e lo stile sono i vantaggi della 500 rispetto alla Mini. Infatti il prezzo di listino della 500 è di 4.000 euro inferiore a quello di una Mini con pari equipaggiamento. Fin dall'allestimento base, la 500 ha un prezzo a partire da 15.900 dollari e offre:

  • chiusura centralizzata
  • vetri e specchietti elettrici
  • cruise control
  • sette airbag
  • climatizzatore.


Per la stampa d'oltreoceano quindi, la Fiat 500 è promossa a pieni voti e l'obiettivo di vendere 50.000 unità all'anno che Fiat ha imposto per il mercato nordamericano non sembrano così irraggiungibili. Continua così il successo della piccola 500, la quale ha sorpreso anche i severi giornalisti americani, che nonostante i loro "pregiudizi" riguardo le auto di piccole dimensioni, hanno trovato la 500 spaziosa, comoda e adatta al loro mercato.

4 commenti:

  1. sono felice per la 500!!! la migliore del mondo!!

    RispondiElimina
  2. Auguro alla 500 un successo anche in USA e Canada, vai piccola grande 500

    RispondiElimina
  3. sarà la regina della "big apple" ne sono sicuro...e se diventerà cool...è finita per tutti....successo assicurato!!!

    RispondiElimina
  4. fiducia! ecco cosa rappresenta la "nostra" 500...corri e non fermarti mai sei il NOSTRO orgoglio!

    RispondiElimina