CI SIAMO TRASFERITI SU

giovedì 2 dicembre 2010

Marchionne: vendere o non vendere Alfa Romeo?

Da quando i vertici Volkswagen  hanno fatto sapere di essere interessati ad acquisire Alfa Romeo, non si è fatto altro che parlare di questa vicenda da molti mesi a questa parte, con varie voci fondate e non, sull'argomento. Sergio Marchionne dopo aver confermato il piano ufficiale Fiat-Chrysler lo scorso Marzo anche per Alfa, ha rilasciato più dichiarazioni, con le quali smentiva categoricamente la vendita del marchio ai tedeschi del gruppo Volkswagen (VAG). Tutto lasciava credere che la storia finisse qui. Ma la realtà, forse,  è ben diversa.


In aggiunta alle lusinghe di Ferdinand Piech (AD Volkswagen) verso alfa romeo, è  stata confermata anche da siti autorevoli la voce riguardante la visita di una delegazione di dirigenti del gruppo Volkswagen alla regione Lombardia. La notizia è stata divulgata da molti siti in rete già nelle scorse settimane, ma il nostro staff aveva deciso di non pubblicarla in quanto ritenuta poco affidabile ma soprattutto non trovava riscontri. 

Oggi invece possiamo affermare con sicurezza che questo incontro è avvenuto davvero. 


LA VISITA IN ITALIA
La delegazione infatti è stata ricevuta lo scorso Giugno dal governatore della Regione Lombardia, Roberto Formigoni. L'occasione della visita era la presentazione delle strategie future del gruppo tedesco in Italia e pare che VW volesse verificare la possibilità di ottenere finanziamenti e agevolazioni in caso di un investimento in Lombardia. L'area individuata per tale operazione sarebbe un luogo simbolo situato a nord di Milano: Arese.
Si avete capito bene, VAG sarebbe interessata alla storica sede dell'Alfa Romeo, attualmente in disuso e abbandonata a se stessa. 


L'ipotesi di un ritorno ad Arese dell'Alfa Romeo è decisamente suggestiva. L'operazione  gioverebbe molto all'immagine del marchio e alle vetture, le quali tornerebbero ad essere costruite in un sito storico, dove nacquero le prime Alfa nel lontano 1910. Inoltre in questo fantastico contesto, potrebbe risorgere anche un rinnovato museo Alfa Romeo e, se pensiamo ai musei di Porsche e Audi, il risultato sarebbe eccellente.

Marchionne allo scorso salone di Los Angeles dichiarò:

«l'Alfa Romeo non è in vendita, ma se si presentassero con un assegno da 20 miliardi mi siederei al tavolo» 

Ovviamente era una battuta e un prezzo troppo alto anche per il gruppo VAG, ed è stato proposto proprio per non dare speranze al gruppo Tedesco. Ma se presentassero un'offerta concreta?
Nel mese di settembre Ferdinand Piech disse senza giri di parole, che Alfa Romeo "sarebbe un suo sogno" e continuò dicendo "è un marchio con un potenziale enorme, ma che solo vw potrebbe portare a generare utili in poco tempo"

Ma siamo sicuri che Marchionne non voglia vendere Alfa?

VENDERE O NON VENDERE?
Diverse fonti affermano che Fiat e VW avrebbero discusso la vendita di Alfa Romeo negli ultimi quattro mesi (proprio da quando la delegazione arrivò in Lombardia). 

Risulta Infatti che Marchionne abbia chiesto al suo staff di preparare un piano per valutare come la Fiat potrebbe guadagnare senza Alfa, ovvero come Fiat potrebbe rimpiazzare Alfa nel caso in cui venisse venduta. 

Infatti se Fiat vendesse Alfa Romeo avrebbe un enorme buco da colmare. Fiat si occupa di auto piccole, Lancia di auto eleganti e comode. Ma il settore premium chi lo coprirebbe?

Lo staff avrebbe varato varie ipotesi, del perché cederla e del perché no. Se Fiat vendesse Alfa non avrebbe più le "perdite" generate dal marchio di Arese e sopravviverebbe per i prossimi due anni, che sono molto importanti visto il mercato Europeo in calo e le perdite stesse di Fiat e Lancia.
Ma se Fiat riuscisse a sopravvivere senza vendere Alfa Romeo e se la si rilanciasse con successo come marchio premium, allora Alfa giocherebbe un ruolo chiave nella rinascita completa del gruppo Fiat, generando ingenti utili.

MARCHIONNE ALLA GUIDA DEL GRUPPO FIAT
Da quando Marchionne è amministratore delegato del gruppo Fiat, l'Alfa Romeo non ha mai prodotto utili, generando molte perdite. Per questo motivo la vendita sarebbe stata presa in considerazione. 
Va anche detto però che dal 2004  Marchionne ha risanato parte dei debiti Fiat, prodotto ottimi modelli e aumentato le quote di mercato. Ma Alfa? 
Alfa è stata abbandonata a se stessa per 4 anni, senza aggiornamenti a livello motoristico, meccanico, di marketing o di finitura. Solo dopo 4 anni con la presentazione della Mito nel 2008, alfa è stata considerata. 
Il marchio non ha quindi fatto profitto negli ultimi sei anni, ma non di certo perchè le auto erano pessime o non piacevano, semplicemente non c'erano!


RILANCIO DELL'ALFA
Ad Aprile Marchionne ha annunciato un piano per aumentare le vendite Alfa a 500.000 unità entro il 2014. Ma gli analisti sono scettici. iNFATTI un analista di credit suisse ha affermato:

«Forse Alfa potrebbe arrivare a mezzo milione di unità l'anno, ma solo dopo che il marchio sarà nelle mani di VW »


FIAT SENZA ALFA ROMEO
Lo staff voluto da Marchionne ha espresso vari motivi per i quali si dovrebbe vendere Alfa Romeo e vari motivi per i quali la si dovrebbe tenere nel gruppo.

Con la vendita di Alfa, Fiat potrebbe:

  • Avere in contanti circa 2 miliardi di euro, offerta che VAG avrebbero offerto al gruppo Fiat per Alfa Romeo, e il post-spinoff di Fiat-Auto sarebbe praticamente senza debiti;
  • Risparmio almeno 1,5 miliardi di euro di sviluppo del marchio, dato che Fiat non dovrebbe più lanciare i cinque nuovi modelli Alfa dal 2012 fino al 2014;
  • Vendendo Alfa, si eliminerebbero le sue attuali perdite di circa 200 milioni di euro l'anno,  aumentando così i profitti nel 2011 e 2012;

Ma come farebbe senza?
Resta una domanda. Come coprirebbe Fiat il segmento delle sportive premium, settore in cui dominano le tedesche, senza alfa? 
Semplice, reintroducendo Dodge come marchio sportivo in Europa, posizionato sopra il marchio Fiat. In qusto modo Fiat si occuperebbe delle piccole auto, Dodge di quelle sportive e Lancia di quelle confortevoli.


FIAT CON ALFA ROMEO
Tutto sembra quindi far pensare che la cosa migliore sia vendere. Ma lo staff ha studiato anche buone motivazioni per non vendere:
  • Se la Fiat riesce a rilanciare Alfa Romeo, nel 2014 arriverebbe con margini di profitto più alti e un bilancio quasi senza debiti (secondo gli analisti);
  • Fiat può ottenere fino a 2 miliardi di euro con la vendita di Magneti Marelli, Comau e Teksid. In questo modo Fiat non venderebbe Alfa, e potrebbe concentrarsi maggiormente sul settore auto.
  • Un rilancio Alfa porterebbe margini di profitto del 10% circa in più, che aiuterebbe Fiat a generare 3,5 miliardi di euro, utile operativo annuale che Marchionne ha promesso entro il 2014;
  • Fiat risparmierebbe denaro condividendo le piattaforme del gruppo Chrysler anche con Alfa Romeo. Inoltre, Alfa potrebbe generare vendite di 500.000 unità all'anno, sfruttando le economie di scala. Circa 300.000 delle 500.000 unità di Alfa prevista entro il 2014 infatti, saranno basate su architetture condivisa con Chrysler;
  • Dal momento che Alfa Romeo condividerebbe le sue architetture con Jeep, Fiat potrebbe produrre i veicoli Alfa insieme a Jeep nei mercati in crescita, come Cina e Russia;


VALUTAZIONI
Che Marchionne abbia chiesto al suo staff di valutare se vendere o no Alfa Romeo a nostro parere è già un segno di insicurezza verso di esso, in quanto un marchio con queste potenzialità non lo ha nessuno al mondo. Vedere Alfa come un "peso" ma addirittura pensare di poterlo sostituire con Dodge, è una valutazione che fa rabbrividire gli appassionati.


Ovvio che vista sotto molti punti di vista, tutto farebbe pensare che sarebbe meglio per Alfa Romeo essere ceduta al gruppo VAG, se si pensa ad un Arese rinato con museo annesso, un nuovo centro stile e un centro ricerca e sviluppo autonomo. Il tutto finanziato dai Tedeschi. L'operazione ricorda molto il lavoro svolto con Lamborghini, che oggi è un'azienda ottima a livello mondiale.
Sicuramente Alfa condividerebbe pianali e motori con Seat/vw/Audi e quindi un'operazione pressochè identica alla condivisione con le architetture Chrysler/Fiat.

OPINIONI
Anche in questo caso la rete si divide in due fazioni: chi vorrebbe che Alfa Romeo tornasse "grande" ma Italiana e chi è stufo di vederla "sopravvivere" e poco considerata, e per questo la darebbe senza problemi al gruppo VAG (considerando proprio l'esempio della Lamborghini). Il dubbio però rimane: Alfa in VW sarà trattata meglio?
La domanda è lecita in quanto Seat non sta vendendo bene. Quindi se VAG comprasse Alfa Romeo, chiuderebbe Seat e al suo posto introdurrebbe Alfa Romeo (ipotesi già proposta nel lontano 2006 con una Joint-venture ipotizzata tra Seat e Alfa). 
Ma, se VW fa auto medio piccole e Audi è la principale rivale di Bmw e Mercedes nel settore premium, Alfa prenderebbe in tutto e per tutto il posto di Seat? c'è chi sostiene che verrebbe posta appena sotto Porsche condividendo stessi pianali e motori, ma la possibilità è davvero remota.

Come vedete, ci sono pro e contro se Alfa rimane in Italia nel gruppo Fiat, ma vi sono anche incertezze sul passaggio nelle mani di Volkswagen. Noi ovviamente speriamo che Alfa rimanga in Italia a patto che venga portata ai massimi livelli. Voi cosa ne pensate? 


Ringraziamo Autonews.

11 commenti:

  1. Qua stiamo dando di matto!! sostituita da Dodge?

    capisco fare tutte le valutazioni possibili, ma ceder ALfa??!!

    siam messi male

    RispondiElimina
  2. A questo punto che la vendano a vag.!

    RispondiElimina
  3. Arrivare a mettere su un tavolo le motivazioni per non vendere Alfa...meno male che ho una bmw...che vergogna

    RispondiElimina
  4. mamma mia...vendere Alfa Romeo....NOOOOOOOOOO!!!vi prego nooooooooo.....quanto vale? la compro io porca miseria...chiederò un prestito....

    RispondiElimina
  5. Ha ragione chi dice che la passione ormai è andata a farsi friggere...

    RispondiElimina
  6. Volgiamo precisare che l'articolo non è centrato sulla sola vendita di Alfa Romeo, ma alla decisione di creare uno staff per capire se tenerla....questa è la cosa davvero strana secondo noi

    RispondiElimina
  7. io sono abbastanza tranquillo, Marchionne non è uno sprovveduto e se per caso venderà Alfa lo farà solo se incasserà tanto e sopratutto se riuscirà ad inserire nella trattativa pure Pomigliano, è solo il tempo che è risicato per vag visto che a Pomigliano la Panda uscirà a fine 2011, insomma vag per prendersi Alfa (con Pomigliano annesso, sono 2 cose indissolubili) ha tempo fino ad Aprile 2011 poi nada de nada, ma la cosa che mi far stare ancora più tranquillo è che non può cedere a vag il pianale Compact (il pianale più moderno che hanno) e la tecnologia Multiair che è presente nei modelli Alfa, quindi la trattativa è difficile ma con 5 o 6 miliardi di euro si può sbloccare.

    RispondiElimina
  8. Concordo con te a1! Infatti la cosa grave era solo la faccenda dello staff per decidere se tenere alfa o no...per il resto anche l'articolo nn dice che la vuole vendere, anzi, il piano é confermato fino al 2014 :)

    RispondiElimina
  9. E' solo e soltanto una questione di soldi !!!!
    Il premium del Gruppo verrebbe poi coperto da Maserati sui segmenti più alti: F,E,D e sportiva "accessibile" e un po' da Dodge o Lancia nei segmenti più bassi.
    Pomigliano da aprile appunto sarà dedicato alla Panda per cui non farà più parte dell'offerta.
    Del pianale Compact Vag non sa proprio che farsene, ha quello Golf che è già ottimo. Il Multiair è già tutto studiato e capito nei laboratori di tutte le Case ma tanto è coperto dai brevetti!!
    Poi per un breve periodo di transizione Fiat potrebbe anche continuare a costruire mito e giulietta (e se fosse proprio questo il periodo???). Alla fine l'unica cosa che conta sono solo i soldi e Marchionne giustamente cerca di rapinare un bel malloppo.

    RispondiElimina
  10. ma seocndo voi ferdinand piech che vuole a tutti i costi alfa la va a mettere al posto di seat?
    che senso ha? seat rimarrebbe li al suo posto come amarchio low cost.. verranno progettati modelli a basso costo per i mercati emergenti. alfa romeo verrebbe messa al livello di audi.. ma puntando di piu alla sportivita. pensate alfa con vw potrebbe vendere come audi.. e sviluppare tecnologie come audi..

    va bene che alfa possa usare i pianali chrysler ma fra 10' anni fiat non aggiornerA DI CERTO I PIANALI E SAREMO ANCORA DI NUOVO AL PUNTO DI PRIMA..
    QUINDI A GRANDE VOCE.. ALFA ROMEO A VW!!!

    RispondiElimina
  11. guarda che già nel 2006 alfa doveva andare in vw al posto di seat.....

    RispondiElimina