CI SIAMO TRASFERITI SU

mercoledì 15 dicembre 2010

Alfa Romeo: stand ridotto di 340 metri quadrati al salone dell'auto di Ginevra 2011

L'amministratore delegato del gruppo Fiat, Sergio Marchionne, ha ribadito più volte l'intenzione di rilanciare il brand Alfa Romeo, decantando le potenzialità enormi di crescita che possiede marchio di Arese, e chiudendo la porta ai possibili acquirenti tedeschi del gruppo VAG. Le ultime notizie però potrebbero rendere instabili le dichiarazioni di Marchionne. Infatti lo stand Alfa Romeo al salone di Ginevra 2011 sarà ridotto a 639 metri quadrati, a discapito dei 979 metri quadrati di Ginevra 2010. Va ricordato che lo stand Alfa era il più grande stand italiano dopo quello fiat. Ma non è tutto.

Nel 2011 quindi Alfa Romeo avrà molto meno spazio  a disposizione rispetto a Fiat, Lancia-Chrysler, Maserati, Ferrari e Jeep. Come se non bastasse Ferrari e Maserati prenderanno il tradizionale spazio di Alfa nel padiglione 3, spingendo la casa di Arese nel padiglione 4. 
Sarà un caso o ironia della sorte, ma Alfa Romeo finirà nello spazio dedicato fino all'anno scorso a Porsche, la quale a sua volta è stata spostata più vicino al gruppo Volkswagen, maggior azionista della casa di Stoccarda. 

Alla domanda riguardante le motivazioni di questo ridimensionamento degli spazi di esposizione per Alfa Romeo, un portavoce del gruppo Fiat ha affermato che "non avendo novità da esporre nel 2011, si è deciso di ridurre lo spazio espositivo di Alfa per lasciare spazio e luce ai nuovi modelli degli altri brand del gruppo Italiano". Il portavoce ha poi continuato affermando che "lo stand Alfa Romeo sarà molto più grande nel 2012", anno in cui secondo il piano Fiat presentato lo scorso aprile, verranno presentate la nuova Giulia, Giulia sportwagon e il nuovo suv di medie dimensioni. 

Ovviamente la prima motivazione che viene in mente per questo ridimensionamento è proprio perchè nel 2011 il brand non presenterà nessun nuovo modello. Questo però significa che allo stand vi saranno solamente Mito e Giulietta, mentre sarà difficile vedere Brera e 159. 
Ma è davvero strano che Alfa finisca in una posizione dedicata proprio ad un ex stand del gruppo Volkswagen e che venga in qualche modo spostata rispetto al fulcro dei marchi del gruppo Fiat. 

Ci auguriamo davvero che nel 2012 Alfa riprenda la sua posizione, altrimenti si inizierebbe a pensare seriamente ad una possibile vendita ai Tedeschi del gruppo VAG. Il piano per rilanciare Alfa Romeo c'è ed è eseguito perfettamente sino ad oggi, quindi per ora prosegue tutto come previsto da Marchionne.

Fonte|Autonews

3 commenti:

  1. non credo proprio infatti che alfa verrà venduta...però deve vendere..altrimenti sergio non sa cosa farsene

    RispondiElimina
  2. cioè questo signore ha detto che nel 2012 a Ginevra ci saranno la Giula berlina e SW e più il SVC compatto, be questa è la vera notizia.

    RispondiElimina
  3. non è una notiziona, lo dice il piano Fiat ;)

    RispondiElimina